Day 1

Il nostro ennessimo primo giorno della nostra ennessima nuova vita.

Noi siamo sempre stati per gli Inizi, ma abbiamo compreso con il tempo, che dove c’è un inizio ci deve per forza essere una fine.

Abbracciando l’approccio naturale delle cose, ci siamo affidati al corso ciclico degli eventi, dove c’è il momento del lavoro più nascosto, quello della terra in inverno, e c’è il momento dei frutti, a primavera.

E cosi dopo un periodo di lavoro silenzioso, interno e per molti invisibili, siamo pronti a ripartire e proiettati verso l’esterno e capaci di far germogliare i molti rami rimasti spogli in questi mesi.

Il nostro è un viaggio che parte 6 anni fa, e più di allora siamo convinti che la creatività e l’ispirazione siano l’unico modo per vivere pienamente la propria esistenza ed essere allienati con il mondo esterno, arricchendolo e non depauperando le sue risorse come invece facciamo con ogni altra attività umana.


La nostra rivista 22 Pensieri, la nostra casa editrice Chance Edizioni, La Chanceria che da libreria è trasmutata in associazione, tutte le nostre relazioni, le collaborazioni, le idee e i progetti, hanno tutte lo scopo di aggragare e creare spazi di confronto, di libera espressione e di valorizzazione dei percorsi personali.

In un mondo dove l’omologazione, la standardizzazione, la semplicificazione che diventa superficialità ha creato una società mediocre, e chiuso gli spazi dove l’arte può trovare sfogo.

Noi vogliamo essere quello spazio, lo volevamo 6 anni e lo vogliamo oggi.

C’era bisogno 6 anni fa di innovazione, di riscoperta delle emozioni, di ritrovarsi e c’è ancor più bisogno oggi.


Dopo due anni che hanno messo in crisi ogni settore sociale, abbiamo deciso di darci una struttura nuova, che renda più snelli i processi relazionali, gli scambi, le collaborazioni.

Una struttura ben definita e concepita per abbracciare molteplici progetti, che abbia la capacità di snodarsi su più piani, tutti interconnessi tra loro.


Questo è il momento per creare qualcosa di importante, che aiuti la società a migliorarsi, per ristabilire l’armonia tra le persone.

Per fare questo c’è bisogno di guardarsi dentro, e lavorare su se stessi, attraverso la manifestazione artistica del proprio sentire, e far risuonare una con l’altra le anime che trovano modo di evolversi su un piano più tangibile.


Per questo siamo qui, per condividere questo lavoro introspettivo e tramutarlo in espressioni d’arte.


Questi siamo sempre stati, questo siamo ora.



40 visualizzazioni0 commenti