top of page

L'ALLORO (poesia)



Dolevano le mani

in falangi ibernate.

Aprirono quel borsellino

nella sua usura; la foglia d'alloro

ora secca ricordava la speranza

come promessa.


Avvenne l'inverno

osservando il loro sbocciare.

Una manciata di monete

nella pelle solcata, il nido di polvere

evasa dalle tasche.





Testo di Manuel Tosi (angolosilenzioso)

Fotografia di Chiara Lunghi (_kialu_)


4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page