top of page

Manca come il "sale"


Ho bisogno di parlare di te

del vento che porti la mattina, 

insieme all'aria di mare che ad ogni angolo della strada si percepisce.


Un insieme afrodisiaco di odori muovono i languori, e di mangiare con il cuore non si muore.

Ogni profumo diventa aroma del giorno,

del pomeriggio 

e della sera.


I suoni di musica accompagnano il sole sui sanpietrini e nel riverbero a pelo d'acqua.

I miei passi ti hanno solcato a lungo con il sorriso o con la luna storta.

Si tranquillizza l'anima quando vedo il tuo orizzonte.


Quel profilo perfetto al mio sguardo. 

Un quando, dove il mare e la montagna sono immagini diventate iconiche ormai.

Ti sento mia e come tanti altri ti porto con me quando parto.



E la mancanza è nel cuore di tutti coloro che ti hanno vissuto.


La gente, lì, respira il mare e il sole, e un po' di frizzante ce l'hanno nell'anima. 


I chiacchiericci degli anziani e dei passanti 

riempiono i vicoli,

come fa ma musica,

come fa il sole

come fa il mare.


Sei l'aria nei polmoni.

Quando ti allontani manca qualcosa.

Manca di sale.


Testo di Maria D'Urzo (maria_d_urzo)

Fotografia di Chiara Lunghi (_kialu_)


4 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page